Raspberry Pi debutta nella robotica

 

logo raspberry pi

Torniamo a parlarvi di un’applicazione che questa stupenda macchina, lanciata all’inizio di quest’anno, ha trovato: dopo le aspirazioni nel campo educativo, per bambini e ragazzi, dopo il primo viaggio in orbita, ecco che Raspberry Pi si avvicina anche alla robotica.

Lo sviluppatore Arthur Amarra, conosciuto nell’ambiente informatico con il nome di Algorhythmic, ha sviluppato uno strumento che, utilizzando il Raspberry Pi, un microfono USB e un braccio meccanico, riesce a riconoscere dei comandi vocali e compiere determinate azioni e determinati movimenti appunto con il braccio robotico.

Per poter essere utilizzato questo programmino richiede un po’ di lavoro: è necessario infatti impostare dei comandi ed associarli a determinate azioni, ma, una volta fatto questo, il suo utilizzo, almeno stando alle promesse, dovrebbe essere piuttosto semplice.

Il codice di tutto ciò è stato rilasciato con licenza GPLv3 e può essere scaricato dal sito inglese aO(N²).

Per concludere vi lasciamo un video dimostrativo di questa nuova creazione, sperando che porti a nuovi sviluppi in futuro, grazie alla condivisione di conoscenze che è permessa solo dal software libero.

Via | The H

Luca Migliorini

avatar

Studente all'università di Padova, si interessa dal 2007 di software libero, in particolare di sistemi GNU/Linux e dei progetti di Mozilla. Dalla fine del 2011 collabora con EasyWebCom.

Contatti social: twittergoogle plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>